ga('set', 'userId', {{USER_ID}}); // Imposta l'ID utente utilizzando l'ID utente della persona che ha eseguito l'accesso.

1 – Storia degli Orange Wines

Questo stile di vinificazione è uno stile di nicchia.
La storia degli Orange Wines è iniziata sulle colline della Georgia, nel Caucaso, in tempi antichi. Gli archeologi hanno scoperto che già cinquemila anni fa questa popolazione depositava l’ uva nei cosiddetti “kvevri” (grandi contenitori di terracotta nei quali si può ottenere una lunga macerazione).
Questa tecnica è ancora utilizzata oggi da aziende vinicole della zona ed è stata ripresa da diversi produttori del Friuli Venezia Giulia, nostri corregionali, che hanno riscoperto questo stile insieme ai colleghi della Slovenia, dell’Austria e della Croazia.

2 – Orange Wines? Sì, Orange Wines

Proprio come al dolce, al salato, all’acido e all’amaro è stato aggiunto il quinto gusto, umami, anche ai tre colori del vino, bianco, rosso e rosa, è stato aggiunto il quarto: l’arancione.
Si tratta di un nuovo stile di vini che vengono prodotti da uve bianche attraverso una lunga macerazione.
Il mosto in fermentazione rimane in contatto prolungato con le bucce dell’uva, prendendo da loro i tannini e il colore arancio dorato con tendenze ambrate.
Alcuni produttori stanno ritornando alle vecchie tradizioni.
La percezione dei sapori è complessa: intensità tannica, aromi primari dell’uva, frutta matura e secca con erbe note.

3 – Da dove provengono gli Orange Wines?

Gli Orange Wines rappresentano una piccola (ma importante) nicchia nel vasto assortimento dei vini.
L’epicentro della produzione mondiale è situato nella zona a nord dell’Adriatico, soprattutto nei territori del nord-est Italia, Slovenia, Croazia e Austria.
Una delle aree più sensibili alla produzione di Orange Wine è rappresentata da un arco che si estende dall’Istria attraverso il Carso, sulla valle della Vipava, sul Collio e in Friuli.
Poco più a Nord, anche la Stiria e la Carinzia si stanno avvicinando agli Orange Wines.
Il numero di viticoltori che tramanda i metodi di produzione tradizionali è in crescita.
Fortunatamente molti di loro stanno condividendo le loro esperienze e lo sviluppo di nuove conoscenze per affinare e migliorare questi vini.
La patria nativa degli Orange Wines è la Georgia. Da lì, gli Orange Wines stanno espandendo la loro nicchia in Italia, Austria, Germania, Francia, Spagna, Ungheria, Serbia, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

4 – Orange Wines e Cucina

Gli Orange Wine si sposano bene con i piatti tradizionali delle loro regioni di origine. Il loro aroma, il sapore intenso combinato con il profumo e il loro retrogusto duraturo è aperto a una vasta gamma di opzioni che si possono abbinare anche al posto del vino rosso.
Gli Orange Wine si accompagnano bene con i piatti di pesce, in particolare a quelli serviti crudi e leggermente grassi.
Vengono esaltati dalla leggera untuosità posta sulle papille gustative.
Si abbinano perfettamente alla cucina asiatica, in particolare alla cucina giapponese. In Giappone, i winelovers locali sono convinti che gli Orange Wines sono il miglior vino per il sushi tradizionale e il sashimi.
Nella tradizione mediterranea invece, oltre a sposarsi bene con carne e piatti di selvaggina, si combinano bene con agnello e capretto.

Choose from our stunning Pingris, Pinot Grigio & Pinot Nero wines. Order today! Orange Wines made in Italy Rimuovi